Struttura

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi87
mod_vvisit_counterIeri143
mod_vvisit_counterQuesta settimana388
mod_vvisit_counterScorsa settimana1184
mod_vvisit_counterQuesto mese2119
mod_vvisit_counterScorso mese5050
mod_vvisit_counterFino ad ora736801

Realizzato da:
SiteGround web hosting Joomla Templates
* PDF Stampa E-mail
Scritto da Dr. Adalberto Campagna   
Mercoledì 28 Dicembre 2011 22:55

Dobbiamo provare a cercare le prime tracce dell'attività poetica già nel bambino? L'occupazione preferita e piu' intensa del bambino è il gioco. Forse si puo' dire che il bambino impegnato nel gioco si comporta come un poeta: in quanto si costruisce un suo proprio mondo o, meglio, dà a suo piacere un nuovo assetto alle cose del suo mondo.

(Sigismund Freud,

neurologo e psicanalista austriaco, Freiberg 6 maggio 1856-Londra 23 Settembre 1939)

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Dicembre 2011 00:28