Struttura

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi72
mod_vvisit_counterIeri65
mod_vvisit_counterQuesta settimana283
mod_vvisit_counterScorsa settimana1250
mod_vvisit_counterQuesto mese2071
mod_vvisit_counterScorso mese4954
mod_vvisit_counterFino ad ora782503

Realizzato da:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Clinica del sale PDF Stampa E-mail
Scritto da Dr. Adalberto Campagna   
Martedì 01 Maggio 2012 17:13

E' nata la "Clinica del sale". Presso il Reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico Universitario di Bari diretto dal Dr Nicola Quaranta, ha preso il via una sperimentazione sull'utilizzo dell'"Areo-sal" : 30 minuti all'interno di una stanza completamente ricoperta di sale, apportano gli stessi benefici di 3 giorni di mare.
Questo particolare modo di respirare particelle di cloruro di sodio (sale) è conosciuto come haloterapia.
Il trattamento riguarderà l'ipertrofia adenotonsillare subostruente comune nei bambini tra 3 e 10 anni. Attraverso un sistema di areosol a secco si respirano piccolissime particelle di sale e iodio di dimensioni ideali per raggiungere tutte le sezioni delle vie  respiratorie. La stanza, che  ha un microclima stabile con una umidità tra il  40 e il 60% e una temperatura tra 18 e 24 gradi,  puo' ospitare contemporaneamente piu' bambini dando loro la possibilità di giocare con secchielli e palette, su uno strato di sale come se fosse sabbia. E intanto ...si curano!

(Salute-Il sole 24 ore, Febbraio 2012)

Dopo questa notizia c'è chi si pone la domanda se funziona davvero questa haloterapia.
Il principio che sta alla base di una stanza di sale, dunque è che al suo interno si cerca di riprodurre l'effetto dell'areosol marino.
Questo concetto è accattivante e fa sicuramente breccia ma non lasciamoci trarre in inganno.
Quando ai bambini si consiglia un soggiorno al mare, lo si fa soprattutto per farli vivere più tempo all'aria aperta dopo i mesi invernali condotti al chiuso e negli asili dove aumenta il rischio di incontrare microbi dannosi.
L'areosol marino ha un ruolo molto marginale nella diminuzione delle malattie respiratorie nei bambini che si spostano dalle città al mare.
Infatti la frequenza di asma e infezioni respiratorie nei bambini che vivono stabilmente al mare non è minore rispetto a quelli che vivono stabilmente in città.
Non esistono evidenze scientifiche che dimostrino che l'haloterapia ha effetti terapeutici; in realtà in questo settore c'è molta confusione e molti ne approfittano, perchè le stanze o le grotte del sale non rientrano ancora in un quadro normativo preciso.

(Altroconsumo, Gennaio 2014)

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Gennaio 2014 21:09