Struttura

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi113
mod_vvisit_counterIeri218
mod_vvisit_counterQuesta settimana632
mod_vvisit_counterScorsa settimana1184
mod_vvisit_counterQuesto mese2363
mod_vvisit_counterScorso mese5050
mod_vvisit_counterFino ad ora737045

Realizzato da:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Screening ecografico delle anche PDF Stampa E-mail
Scritto da Dr. Adalberto Campagna   
Venerdì 10 Dicembre 2010 17:40

Utilità dell'esame ecografico delle anche per la diagnosi precoce di displasia

 

L'esame ecografico delle  anche, è l'unico esame strumentale capace di individuare, fin dalla nascita,   tutti i casi patologici, dai piu' lievi a quelli piu' gravi di displasia congenita delle anche (DCA).

La DCA, difetto congenito piu' comune nei neonati, consiste in un'alterazione dello sviluppo e della conformazione dell'articolazione coxo-femorale, dalla minima alla piu' grave forma  che è la lussazione. Riguarda l'1-2 % dei neonati.
Tra i fattori chiamati in causa per spiegare perchè l'anca si lussa, uno dei piu' importanti sembra sia la mancanza di spazio per il feto, nell'ultimo trimestre di gravidanza, conseguente alla scarsità di liquido amniotico (oligoidramnios); puo' concorrere alla lussazione, anche la posizione podalica del feto.

La diagnosi tardiva e il mancato trattamento possono portare a sviluppare un'artrosi precoce o un difetto della deambulazione.

L'esame è praticabile sin dalle prime ore di vita dato che gli ultrasuoni identificano non solo le parti già  ossificate, ma anche le componenti cartilaginee e fibrocartilaginee dell'articolazione, non riconoscibili radiologicamente. Pertanto la possibilità di completare l'esame clinico tramite la manovra di Ortolani-Barlow  con quello ecografico, migliora certamente la sensibilità dello screening per la DCA;  quello che è certo è che l'esame clinico, non è in grado di individuare tutti i casi, ma solo quelli piu' gravi,è infatti dimostrato che almeno il 50% delle anche ecograficamente patologiche, è clinicamente silente.  Vi consiglio dunque l'esame ecografico, che , a mio avviso, dovrebbe essere praticato a tutti i nuovi nati e non solo ai soggetti a rischio. L'età ideale in cui effettuare l'ecografia è la 4a- 6a settimana di vita: è pratica, utile, veloce ( dura solo pochi minuti).

Come si corregge il difetto?
Prima si interviene, migliori sono i risultati. La terapia consiste nel posizionare le anche in una precisa posizione che favorisce lo sviluppo corretto. Nella maggior parte dei casi si usano divaricatori diversi a seconda del grado di displasia,l'uso del doppio pannolino non sempre risulta efficace. Nei casi di lussazione grave si puo' ricorrere al gesso. 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 15 Agosto 2012 09:59