Struttura

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi68
mod_vvisit_counterIeri145
mod_vvisit_counterQuesta settimana68
mod_vvisit_counterScorsa settimana1130
mod_vvisit_counterQuesto mese1629
mod_vvisit_counterScorso mese6538
mod_vvisit_counterFino ad ora792910

Realizzato da:
SiteGround web hosting Joomla Templates
Nota informativa PDF Stampa E-mail
Scritto da Dr. Adalberto Campagna   
Lunedì 13 Dicembre 2010 16:41

L'ufficio di Farmacovigilanza dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), sull'esempio di alcuni studi effettuati nei bambini francesi, ha adottato un provvedimento restrittivo per vietare l'uso di alcuni mucolitici per uso orale e rettale nei bambini al di sotto di due annii.

Tali farmaci, per lo piu' prescritti o somministrati liberamente anche dai genitori nelle affezioni dell'apparato respiratorio, sembra che peggiorino la patologia respiratoria poichè la capacità di drenaggio del muco bronchiale è limitata in questa fascia di età a causa delle caratteristiche fisiologiche delle vie respiratorie del bambino.

Le reazioni avverse segnalate hanno riguardato l'aumento della tosse e delle secrezioni bronchiali, aumento del vomito viscoso e della difficoltà respiratoria.

lI principi attivi coinvolti sono stati: acetilcisteina,carbocisteina, ambroxol, bromexina, sobrerolo, neltenexina,erdosteina e telmesteina contenuti in numerosi medicinali che sono per la maggior parte dispensabili senza obbligo di ricette.

Novembre 2010

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Febbraio 2011 12:11